LE POETICHE FIGUATIVE DI LUCA DALL’OLIO – LUIGI FUSCO

Luca Dall’Olio, da anni, è impegnato in una profonda ricerca sui possibili linguaggi figurativi previsti nell’ambito delle arti contemporanee. La sua kunstwollen è, prevalentemente, orientata verso la materializzazione pittorica di oniriche visioni, la cui natura è frequentemente tratta dal mondo dei sogni. Non a caso la sua produzione di dipinti è pervasa da una sentita vena emozionale che tende verso l’affermazione di segni e simboli contraddistinti, a loro volta, da una ricorrenza di elementi figurativi dal potere immaginifico. Le investigazioni condotte, negli ultimi decenni, gli hanno consentito di raggiungere una maturità espressiva che si è, poi, tramutata in quello che, oggi, è identificato come il suo personalissimo stile: autentico per quanto ne concerne la vocazione estetica ed audace per quanto ne riguarda l’elaborazione compositiva. Tutti i suoi lavori, anche quelli grafici e fotografici e non ultimi quelli scultorei, nascano dalla sua attenta riflessione sulle eventuali commistioni di genere e di soggetti da rappresentare. Insiste, difatti, in ogni sua opera una sorta di rimando figurativo, estrapolato, di volta in volta, dalle sue singole e diversificate esperienze creative. Tale sua speculazione diviene, infine, forma concreta quasi esclusivamente attraverso la pittura, le cui immagini impresse, provenienti dal suo bagaglio culturale, emergono, sempre di più, da nuove ed inusitate iconografie, messe, poi, in risalto tramite sorprendenti calligrafie decorative connaturate da vivaci cromie. C’è, inoltre, nella pittura di Luca una visione antinaturalistica anaprospettica; trattasi di scelte ardue, proprio dal punto di vista formale, adottate con l’intento di dar vita ad una espressione bidimensionale che sia la risultanza di un intervento effettuato, in modo continuo, nell’ambito della ricerca spaziale. I temi rivelati sono tratti da un universo favolistico ed esotico: memore dei paesaggi del mediterraneo. Le immagini proposte affiorano dalle sue virtuose pennellate, i particolari, invece, sono definiti da minuziose operazioni analitiche, mentre i colori sono trattati come delle suggestive epifanie visive. Su ogni brano pittorico sovrasta la luce, il cui apporto contribuisce a dare un valore emozionale all’intero quadro. Tutta l’attuale produzione di Luca è accattivante, ma soprattutto non è incasellata in schemi predefiniti; al contrario si scorge in ogni suo singolo pezzo una variabilità narrativa che muta incessantemente fino a trasformarsi in pura visione poetica. Luigi Fusco